E’ partita la riforma sul condominio: più semplice produrre energia da fonti rinnovabili

condominioE’ entrata in vigore lo scorso 18 giugno la legge di riforma sul condominio (L.n. 220/2012). Fra le novità che vengono introdotte nella riforma semplificazioni per installare impianti per la produzione di energia rinnovabile sulle parti comuni del condominio.

Secondo il nuovo regolamento è sufficiente:

  1. che i condomini che optino per opere di innovazioni quali “il contenimento del consumo energetico degli edifici e per realizzare parcheggi destinati a servizio delle unità immobiliari o dell’edificio, nonché per la produzione di energia mediante l’utilizzo di impianti di cogenerazione, fonti eoliche, solari o comunque rinnovabili da parte del condominio o di terzi che conseguano a titolo oneroso un diritto reale o personale di godimento del lastrico solare o di altra idonea superficie comune” raggiungano la maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del valore dell’edificio;
  2. ottenere i quattro quinti dei partecipanti al condominio e i quattro quinti del valore dell’edificio, per poter modificare la destinazione d’uso delle parti comuni (art. 2 L.n. 220/2012).

Advertisement

Comments are closed.